FESTA DEL RISO 2013 – Il Sindaco

Volontariato: una risorsa sempre!

il Sindaco
Benvenuti alla 27ª Festa del Riso.

Ci ritroviamo ancora qui per quello che è  forse  l’appuntamento  più  atteso  della  nostra Comunità.

La Festa del Riso non è solo il principale appuntamento commerciale del territorio, ma anche un momento di solidarietà molto importante e non potrebbe essere altrimenti vista l’origine e il fine a cui si è sempre ispirata.

Certo, l’anno 2012 ci ha portato in dote forti venti  di  crisi. Come è noto, da qualche anno la nostra Europa vive una situazione economica complessa. Abituati a lavorare ed a tassi di disoccupazione minimi, ci siamo improvvisamente ritrovati a dover fare i conti con i limiti strutturali dei nostri apparati,  industriale  e  bancario,  ma  anche  politico  ed amministrativo.  Un  risveglio  che  ha  avuto  ed  ha conseguenze pesanti, talora, come si evince dalla cronaca, anche drammatiche.

C’è bisogno di ottimismo.

Ed  allora  non  abbiamo  che  due  strade:  assecondare passivamente  la  discesa  o  reagire.  Come  cittadino  ed  amministratore  sottoscrivo  sempre  la seconda. Sono consapevole che le risposte più importanti ed  attese  non  possono che venire  dal  territorio,  noi  però abbiamo il compito di riprendere a crederci, di rimboccarci le maniche  ancora  una  volta  e  pensare  a  come  scrivere  il futuro. Lo dobbiamo a noi stessi, alla nostra storia e ai nostri figli, che abbiamo caricato di debiti fin dal primo loro vagito.

Riattiviamo dunque la sfida mettendoci quello che ci ha fatto grandi negli  anni  passati:  il  coraggio  di sapersi  inventare  imprenditori,  la  volontà  di  diventare protagonisti della nostra sfida, l’amore per il lavoro.

Essere  memori  di  quello  che  siamo  stati  significa  essere consapevoli  di  ciò  che  attraverso  gli  sforzi,  il  sudore,  i batticuori, il coraggio di ogni famiglia siamo riusciti a creare. Di un presente che è stato futuro grazie alla capacità di tutti.

E che oggi, in questi momenti economicamente duri, siamo chiamati a ricreare, proiettandoli di nuovo davanti a noi. La memoria, se non si compiace nella nostalgia, è un prezioso alleato.

Parola  d’ordine,  dunque:  ottimismo.  Quello  stesso  che nonostante  tutto  i numerosi volontari continuano  a manifestare  partecipando  ogni  anno  alla  Festa del Riso, con grande dedizione e orgoglio. Se ci  sarà  qualche  inevitabile  vuoto,  non  ci scoraggiamo, ci sarà senz’altro un altro nuovo volontario, anche esterno alla nostra Comunità, accogliamolo con una grande stretta di mano.

Buon lavoro a tutti, sono lì in mezzo a Voi, grazie di cuore.

IL SINDACO

Flavio Scaranto